Dei sei figli di Matteo Cambria, solo due continuano il lavoro del padre.

Franco e Nino, rispettivamente Responsabile alla Produzione e Direttore Generale, subentrano alla direzione dell'azienda di famiglia nel 1985.

Nino, personaggio dallo spiccato estro inventivo e dalla forte volontà innovatrice, mette a frutto gli studi compiuti in Marketing d'Impresa ed in Imprenditoria Agricola, spingendo con decisione l'azienda agricola familiare sulla strada del rinnovamento.

A partire dal 1989 vengono creati nuovi sistemi di marketing, inseriti nuovi macchinari di produzione altamente tecnologici e reimpiantati cloni autoctoni e cloni alloctoni. La commercializzazione dei vini viene estesa al territorio italiano.

Nel 1996 viene affidata a Nancy Astone, moglie di Nino, il compito di occuparsi della commercializzazione dei vini dell'Azienda Cambria.

L'esperienza e il know-how maturati negli anni portano Nino a decidere di tornare nella zona di produzione, trasferendo l'imbottigliamento nella cantina di Furnari.

Nel 2000 inaugura una nuova fase nel processo d'innovazione aziendale, caratterizzata da rilevanti investimenti sulla qualità produttiva, sulla lavorazione e sull'affinamento.

L'immagine dell'azienda viene rimodernata, attraverso il rifacimento del packaging e la creazione di tre nuove linee di vini: il Terre di Sicilia, il Suaviter e il Cambria.

Nel 2007 l'Azienda ha la felice intuizione di volere riportare alla luce i vini Bazia della grande tradizione Cambria, esaltandone le caratteristiche di vini molto beverini e proponendoli in una nuova raffinata veste.

È il 2009 l'anno in cui inizia un'altra grande era per la Cambria. Il 15 settembre viene vendemmiata per la prima volta un'uva prodotta nella Tenuta di Mastronicola, ha una storia millenaria che risale ai tempi di Giulio Cesare. Si tratta del vitigno autoctono locale "NOCERA", fortemente voluto da Nino Cambria, che dopo averlo selezionato e fatto certificare lo ha reimpiantato nella stessa Tenuta di Mastronicola.

Oggi l'azienda Cambria persegue un obbiettivo preciso: valorizzare la tipicità del territorio rispondendo ai più alti parametri di qualità, grazie al sapiente equilibrio tra l'utilizzo delle moderne tecnologie e l'attenta cura artigianale e tradizionale.

La crescita dell'azienda procede così di pari passo con la riscoperta di un territorio che rappresenta il cuore della Sicilia più autentica, una Sicilia da bere e da amare.

Cambria - Oggi
Cambria - Oggi
Cambria - Oggi
Cambria - Oggi
Cambria - Oggi
Cambria - Oggi
Cambria - Oggi
IM*MEDIA agenzia di comunicazione