Slider

1864 | 1950 Le viti prendono vita

È il 1864 quando a Furnari, un paesino del Nord-Est della Sicilia in Provincia di Messina, che gode della protezione benevola del Santuario di Tindari e di un superbo affaccio sull’incanto delle Isole Eolie, nasce l’Azienda Cambria. L’occasione è l’eccezionale vendemmia che nel 1864 bacia il piccolo appezzamento di terreno che i Cambria coltivano per il proprio fabbisogno. La quantità e la qualità del vino in quell’anno è talmente elevata e superiore alle aspettative che Matteo Cambria, da sempre appassionato del settore, decide di vendere il vino in eccesso. Si dà così il via alla produzione un’avventura partita tanto tempo fa e che continua ancora oggi.

1892 | L’azienda passa nelle mani di Rocco

Con il passaggio del testimone a Rocco, figlio primogenito di Matteo, la produzione vitivinicola di casa Cambria s’intensifica e nuove tecniche di coltivazione delle vite vengono importate anche dall’estero.

Giungiamo così agli anni Cinquanta. È il 1952 quando la direzione dell’azienda passa al primogenito di Rocco, Matteo, L’Azienda Agricola compie un altro decisivo passo avanti, affiancando altre attività alla semplice produzione di vino. Alla cura dei propri vigneti, Matteo aggiunge infatti la gestione di quelli di altri proprietari terrieri della provincia di Messina, facendo così diventare la viticoltura di Furnari una realtà economica fiorente. È in questo periodo che nascono alcuni vini storici di casa Cambria come il Mamertino e i vini Bazia che comprendevano due tipologie di vino, uno più leggero e uno dalla struttura più complessa.

Dei sei figli di Matteo Cambria, solo due continuano il lavoro del padre: Franco e Nino, rispettivamente Responsabile alla Produzione e Direttore Generale, subentrano alla direzione dell’azienda di famiglia nel 1985. Nino, personaggio dallo spiccato estro inventivo e dalla forte volontà innovatrice, mette a frutto gli studi compiuti in Marketing d’Impresa ed in Imprenditoria Agricola. A partire dal 1989 vengono creati nuovi sistemi di marketing, inseriti nuovi macchinari di produzione altamente tecnologici e reimpiantati cloni autoctoni e cloni alloctoni. La commercializzazione dei vini viene estesa al territorio italiano. L’esperienza e il know-how maturati negli anni portano Nino a decidere di tornare nella zona di produzione, trasferendo l’imbottigliamento nella cantina di Furnari.

Nel 2000 inaugura una nuova fase nel processo d’innovazione aziendale, caratterizzata da rilevanti investimenti sulla qualità produttiva, sulla lavorazione e sull’affinamento.

Sarà il 2005 quando l’azienda comincerà a gettare le basi per una vera e propria rivoluzione: con la Tenuta di Mastronicola inizia un’avventura nuova ed emozionante, rinasce il Nocera.

2009 | Un futuro chiamato Nocera

È il 2009 l’anno in cui inizia un’altra grande era per la Cambria. Il 15 settembre viene vendemmiata per la prima volta un’uva prodotta nella Tenuta di Mastronicola, con alle spalle una storia millenaria che risale ai tempi di Giulio Cesare. Si tratta del vitigno autoctono locale “NOCERA”, fortemente voluto da Nino Cambria, che dopo averlo selezionato e fatto certificare, lo ha reimpiantato nella stessa Tenuta di Mastronicola.
Un passo decisivo che ha portato l’azienda Cambria a farsi portavoce di uno dei vini più ricercati e rari in tutto il panorama vinicolo internazionale: Il Nocera.

La crescita dell’azienda procede così di pari passo con la riscoperta di un territorio che rappresenta il cuore della Sicilia più autentica.

Sorsi di presente

Oggi l’azienda Cambria persegue un obiettivo preciso: valorizzare la tipicità del territorio rispondendo ai più alti parametri di qualità, grazie al sapiente equilibrio tra l’utilizzo delle moderne tecnologie e l’attenta cura artigianale e tradizionale. Traguardi che segnano le tappe fondamentali di un’azienda che ha fatto della propria passione una missione.

2005
Momento importante per l’azienda perché con la Tenuta di
Mastronicola inizia un’avventura nuova ed
emozionante che si chiama Nocera
2011
Presentazione del Mastronicola, Gran Cru
delle Colline Furnaresi 2009

2013
Presentazione del Giulio Cesare Mamertino Doc 2011

2015
Nuovo know-how di imbottigliamento
e ampliamento della cantina

2016
Nuovi impianti di vinificazione
Presentazione del nuovo Rosso del Levriero 2013

2017
Presentazione dello spumante Fin che venga Nocera
Rosè metodo classico millesimato 2015

2018
Presentazione al Vinitaly 2018 del KIO Nocera Passito 2015

Slider